Chiesa della Concezione

Immagine
È posta nella parte più bassa del paese è la sua origine è avvolta nel mistero.

È situata nella zona chiamata San Nicola che comprende anche la contrada sottostante in fondo alla quale si è sviluppato Baragiano scalo.

Questo lascerebbe supporre l'esistenza di un'antica chiesetta dedicata al santo di Mira e oggi scomparsa oppure probabilmente il titolo di Immacolata Concezione sarebbe subentrato a quello di San Nicola.

Nel catasto onciario del 1753 è registrato che il magnifico Nicola Di Carlo Cancelliere comunale e scriba dell’Onciario aveva una casa di "due membri e porzione di grotta alla porta san Nicola", questo confermerebbe la presenza di una cinta muraria e di una porta da dove si aveva accesso al paese.

La chiesa è posta in una zona di grande interesse archeologico.

Nell’archivio parrocchiale di Baragiano paese essa è nominata per la prima volta nel 1779 all’otto dicembre quando vi fu celebrata una messa.

Un'altra messa fu celebrata il 25 giugno 1780 per dei devoti “puglisi” che erano degli stagionali baragianesi che andavano in Puglia per la mietitura.

Vi ebbe sede la Congrega di Gesù Giuseppe e Maria.

In seguito al terremoto del 1857 la chiesetta era crollata e fu proprio la Congrega a chiedere all’Università i soldi necessari per la riparazione.

Attualmente la chiesa non è aperta al pubblico.